RSS Feed Subscribe to RSS Feed

PiazzettaVergani.org è un blog curato dal Gruppo Giornalisti Lombardi e intende da un lato essere un tributo al collega Guido Vergani scomparso nel 2005 e dall'altro un momento di confronto su temi politici, sociali ed economici

mikhail fridman

IL RAPPORTO DI 02 SUI CRONISTI MINACCIATI GIOVEDI’ 2 DICEMBRE AL CIRCOLO DELLA STAMPA DI MILANO

Milano, giovedì 2 dicembre 2010 ore 18:30

 Circolo della Stampa- Corso Venezia 16
O2
OSSIGENO per l’informazione
Osservatorio FNSI-Ordine dei Giornalisti
sui cronisti sotto scorta e le notizie oscurate in Italia con la violenza

MAFIA, INFORMAZIONE & CENSURA VIOLENTA
   L’ALTRO BAVAGLIO
Il Rapporto Ossigeno 2010 e
la lista dei cronisti minacciati in Italia

Incontro promosso da Ossigeno per l’informazione e Associazione Lombarda dei Giornalisti
con il sostegno dell’
Ordine dei Giornalisti della Lombardia
Partecipano:
Angelo Agostini, Giulio Cavalli, Luigi Ferrarella, Letizia Gonzales, Enzo Iacopino, Renzo Magosso,
Roberta Mani, Roberto Morrione , Giovanni Negri,Paolo Perucchini, Roberto Rossi, Alberto Spampinato e alcuni giornalisti minacciati in Lombardia

OSSIGENO PER L’INFORMAZIONE
-  documenta tutti i casi italiani di limitazione, con la  violenza o con abusi legali, della libertà di espressione ai danni di giornalisti, scrittori, intellettuali, uomini politici, sindacalisti, amministratori pubblici e altri cittadini, con una particolare attenzione all’informazione giornalistica e a quel che avviene nelle zone in cui è più forte e radicata l’influenza della criminalità organizzata;
-  assume come riferimento analitico e metodologico il saggio “Mafia, informazioni, vittime: Il continente inesplorato”di Alberto Spampinato, pubblicato sulla rivista Problemi dell’Informazione n.2 del 2008, i materiali contenuti nel successivo numero monografico n.1-2 2009 e altre pubblicazioni di analisi, ricerca e documentazione prodotte dagli organismi della categoria, dall’associazionismo democratico, dalle Università.
- trae ispirazione morale dall’esempio professionale e civile dei giornalisti uccisi o feriti in Italia mentre documentavano con rigore e coraggio le vicende di mafia, camorra, terrorismo, malaffare, le cui figure sono ricordate nel volume fuori commercio prodotto dall’Unione Nazionale Cronisti e presentato il 3 maggio 2008 in Campidoglio in occasione della prima Giornata della Memoria  dei cronisti vittime di mafie e terrorismo;
- trae altresì ispirazione dalle drammatiche vicende di Liro Abbate, Rosaria Capacchione, Pino Maniaci, Roberto Saviano e di tanti altri giornalisti, intellettuali, scrittori, storici, personaggi pubblici e privati che subiscono una limitazione della libertà di espressione con censure, intimidazioni, minacce, atti vessatori.

Per informazioni: ossigeno_2@yahoo.it

“VISTO DA LEI”, UN NUOVO BLOG DI MARIELLA ALBERINI

Mariella Alberini crea un nuovo blog per rispondere ai lettori.
La scrittrice Mariella Alberini, giornalista esperta di Politica  Internazionale e nota autrice di thriller geopolitici (l’ultimo pubblicato e’  “Nell’ombra della Luna” (Cult Editore)) ha aperto il nuovo blog:
www.vistodaleidimariellaalberini.blogspot.com
per riprendere la rubrica di posta “Visto da lei”, tenuta per anni su “Il Giornale”, su “Libero”, su “La Prealpina”. La scrittrice risponderà alle lettere che saranno inviate all’indirizzo mail:
m.alberini@iol.it .

DESIDERI ALL’ASTA A FAVORE DI AMNESTY

All’incanto anche un aperitivo con Eros Ramazzotti

Oggetti e situazioni che il denaro normalmente non può comprare per un unico grande desiderio: un mondo dove i diritti più elementari siano garantiti a tutti. L’appuntamento è con “Desideri all’asta”, che offre la possibilità a tutti di realizzare un desiderio, acquistando un oggetto speciale o vivendo una situazione conviviale con un personaggio famoso e insieme sostenendo Amnesty International, l’organizzazione internazionale che da quasi 50 anni agisce in difesa dei diritti umani.

Per la 10ª edizione, che è partita sul sito eBay.it giovedì 18 novembre e che proseguirà fino a giovedì 16 dicembre, tanti amici del mondo dello spettacolo, della cultura e dello sport hanno deciso di sostenere la campagna globale “Io pretendo dignità”, lanciata nel maggio 2009. Dignità e diritti umani sono le richieste che i soci e gli attivisti di Amnesty International rivolgono ai governi perché sia posta fine al peggiore scandalo dei tempi moderni: la povertà.

A partire da giovedì 25 novembre per una settimana sarà online su eBay.it il secondo lotto di Desideri all’asta: dopo essersi aggiudicati un incontro con Luca Argentero, La Pina e Diego di Radio Deejay, Alessandra Amoroso e Paolo Conte, questa settimana i fortunati vincitori potranno conquistare, tra le altre sorprese, un aperitivo con Eros Ramazzotti, l’opera Storia della giovane madre somala (2010) realizzata per l’occasione da Dario Fo, uno scatto fotografico con il grande fotografo di moda Gianmarco Chieregato, e - per chi sogna di avere successo nel mondo della musica – la possibilità di registrare un pezzo in un grande studio con il produttore Lucio Fabbri, direttore musicale di XFactor. E poi ancora un pranzo con Nicola Savino, il golfino indossato da Tiziano Ferro nel video E fuori è buio, uno scatto autografato del Maestro Mario De Biasi, una t-shirt autografata di Maddalena Corvaglia e la visiera autografata da Valentino Rossi.

Focus della campagna sostenuta da questa iniziativa sarà la mortalità materna, una delle più insopportabili conseguenze della povertà. Ogni anno, 350.000 donne muoiono per complicanze legate alla gravidanza e al parto. La maggior parte di queste morti potrebbe essere evitata attraverso cure mediche di alta qualità, accessibili e tempestive. Per questo la campagna “Io pretendo dignità” chiede assistenza ostetrica d’urgenza disponibile per ogni donna; l’eliminazione dei costi di accesso alle cure mediche di base e all’assistenza sanitaria salvavita; il rispetto e la tutela del diritto delle donne al controllo sulla loro vita sessuale e riproduttiva. Attualmente Amnesty International sta lavorando in Sierra Leone, Perù e Burkina Faso e Stati Uniti.

Per partecipare all’asta, basta collegarsi e iscriversi al sito www.ebay.it anche attraverso il sito www.amnesty.it e rilanciare sul prezzo di partenza, che per tutti i lotti è di €1.

Ogni giovedì si potranno scoprire nuovi e prestigiosi lotti.

Ufficio Stampa

Aragorn Comunicazione, eventi, fundraising per il non profit

Via Vittoria Colonna 49 – 20149 Milano www.aragorn.it

Giulia Brunetti: giuliabrunetti@aragorn.it   Silvia Procaccia: silviaprocaccia@aragorn. it

“FOTOGRAFICA10″ ALLO SPAZIO FORMA DI MILANO

Inaugurazione mercoledì 24 novembre alle 18

UNA FOTOGRAFA CHE NON TI ASPETTI: MARTINA COLOMBARI

Mercoledì 24 novembre prenderà il via a Forma la quarta edizione di Fotografica. La settimana Canon della fotografia e del video, l’iniziativa voluta da Canon per sviluppare e sostenere la cultura dell’immagine, aperta a tutti coloro che, per professione o passione, desiderano aggiornarsi su tendenze, stili, arte e cultura.

Aperta al pubblico gratuitamente, Fotografica10 rappresenta un ponte verso il mondo della fotografia e del video all’interno di un contesto aperto e stimolante che permette un confronto continuo tra coloro che vogliono condividere una passione o cercano riscontri da esperti e professionisti.
La presenza di personaggi di grande spessore, in un evento unico nel panorama italiano, consentirà di affrontare le varie tematiche con la necessaria autorevolezza e competenza.

Raccontare il proprio mondo

Il tema di questa edizione è “Raccontare il proprio mondo”, presentato durante la serata di inaugurazione, sarà il filo conduttore di tutti gli incontri di Fotografica10.
Questi saranno rivolti e dedicati sia all’utenza consumer, che vive prevalentemente la fotografia come racconti di propri ricordi e momenti indimenticabili, sia a quella professionale che invece ha il compito, attraverso il proprio lavoro e la condivisione delle immagini, di raccontare il mondo.
Questo tema offrirà anche lo spunto per aggiornare neofiti, appassionati e professionisti, con il dovuto livello di approfondimento, sulle nuove tecnologie Canon e del digital imaging, sulle tendenze e innovazioni, e come queste consentono, sempre più facilmente, di raccontare e condividere il proprio mondo.

LE MOSTRE

Le mostre e le proiezioni che il pubblico potrà visionare durante tutti i giorni della manifestazione saranno ad ingresso libero. I progetti esposti o proiettati toccheranno temi diversi spaziando dal sociale, al reportage e al documentario.
Premio Canon Giovani Fotografi
In mostra una selezione dei vincitori degli undici anni di questo Premio diventato ormai un punto di riferimento del settore, e un appuntamento consolidato per scovare e premiare esordienti artisti della fotografia.
Immaginari di confine
I nuovi immaginari sociali e politici in relazione alla Fortezza/Spazio Europa in una doppia esposizione multimediale delle produzioni video e fotografiche realizzate lungo i confini meridionale e orientale dell’UE: Mare Nostrum di Andrea Kunkl, Giuseppe Fanizza e Giorgia Serughetti e East of West di Valentina Anzoise e Stefano Marras.
Somalia – Un paese nell’area off limits di Galkayo
Il progetto di Fulvio Zubiani documenta la formazione professionale, la realtà dei campi di sfollati e soprattutto l’intervento sanitario dell’organizzazione umanitaria CESVI che si concentra su mamme e bambini. Il tutto, in un contesto di emergenza estrema ed endemica – forse la più viva nel contesto africano.
Umanità La retrospettiva dedicata a Gianni Giansanti vuol celebrare così uno dei maestri del fotoreportage italiano, che salì alla ribalta a soli 21 anni con il celebre scatto esclusivo del ritrovamento del corpo di Aldo Moro in Via Caetani a Roma nel 1978. Quello scatto gli valse una menzione d’onore al World Press Photo dello stesso anno.
Martina Colombari IN-VISIBILE
Un progetto speciale a cura di Settimio Benedusi e Denis Curti. Martina accetta la sfida e si lancia nel mondo della fotografia, la sua è un’esplorazione intima, un guardarsi allo specchio alla ricerca di un estetica capace di confrontarsi con i contenuti e i valori.
CliCiak – Fotografia e Cinema
Mostra del tredicesimo concorso nazionale per fotografi di scena. L’esposizione CliCiak, curata da Antonio Maraldi è frutto di un’ampia selezione degli scatti presentati. Il concorso CliCiak è promosso dal Centro Cinema Città di Cesena, istituzione del Comune di Cesena impegnata da anni nella raccolta e nella valorizzazione del lavoro dei fotografi di cinema. 6 di 7 Comunicazioni alla stampa
Fotografie dal mondo
Proiezione delle migliori immagini dell’anno raccolte dall’agenzia Reuters

PROFILO D’AUTORE:

Approfondimenti quotidiani dedicati ad importanti nomi di fama internazionale della fotografia, durante i quali verranno presentati e svelati i protagonisti, uno per appuntamento, della fotografia italiana e internazionale. Questi racconteranno la propria esperienza condividendo con il pubblico di Fotografica10 i momenti più importanti della loro carriera. Tra i personaggi:

Gabriele Basilico è uno dei più noti fotografi documentaristi europei, ma la sua ricerca spazia ben al di là di questi confini diventando un punto di riferimento obbligato per quanti oggi si occupano di fotografia e di urbanistica.
Francesco Cito, fotografo eclettico, come lui ama definirsi, è uno dei nomi più celebri del fotogiornalismo italiano. Testimone degli eventi che hanno sconvolto i paesi arabi e dell’Est Europa, è stato anche autore di importanti lavori sulla mafia e sulla camorra in Italia.
Mario Cresci fotografo, artista, visual designer e docente universitario. Nella sua lunga carriera ha sperimentato la fusione tra fotografia, disegno, pittura e anche performance video.
Giorgia Fiorio, fotografa di fama internazionale autrice di numerosi reportage e mostre. I suoi lavori riguardano principalmente i progetti personali a lungo termine, a carattere umanistico.
Thorsten Milse fotografo free-lance tedesco: nei suoi viaggi racconta la natura, gli animali, i paesaggi e culture dei luoghi che visita. Milse ha ricevuto diversi riconoscimenti nel suo campo e dal 2008 fa parte del programma Ambassador di Canon.
Toni Thorimbert, fotografo acclamato in tutto il mondo, nella sua carriera ha sperimentato diversi ambiti della fotografia proponendosi come reporter, ritrattista, fotografo di moda e art director.
Sergio Rubini attore e regista, si racconterà al pubblico di Fotografica10 ripercorrendo la sua carriera, e riportando la sua esperienza nel cinema dietro la macchina da presa.

INGRESSO LIBERO A TUTTE LE INIZIATIVE
L’ISCRIZIONE E’ RICHIESTA SOLO PER LE ATTIVITA’ DI LETTURA PORTFOLIO per maggiori informazioni sul programma visitare il sito di CANON

UN SECOLO DI FOTO IN CRONACA DI ROMA

Il sindaco di Roma Alemanno con Romano Bartoloni presidente del Sindacato cronisti romani.

Giovedì 18 novembre, al Museo di Roma in Trastevere, il sindaco Alemanno, insieme al Direttore de Il Messaggero, ha inagurato la mostra “Un secolo di clik in Cronaca di Roma”, organizzata dal Sindacato Cronisti Romani in occasione dei suoi 100 anni di vita.
Una carrellata su un secolo di cronaca romana, una testimonianza multimediale (foto, filmati/documentari audiovisivi) di grandi e piccoli eventi di vita vissuta, di imprevisti della quotidianità che hanno lasciato il segno, di riscoperta di delitti e di scandali che hanno fatto epoca, di ribalta di personaggi famosi di ieri e di oggi. All’inaugurazione era presente Guido Columba, presidente dell’Unione Nazionale Cronisti Italiani.

GALLERIA DEI VINCITORI DEL PREMIO GUIDO VERGANI-CRONISTA DELL’ANNO 2010 AL CIRCOLO DELLA STAMPA DI MILANO

Sabato 13 novembre al Circolo della Stampa di Milano i vincitori del Premio Guido Vergani 20120 Cronista dell’anno, hanno ricevuto i riconoscimenti assegnati dalla giuria presieduta da Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera. Nelle foto, dall’alto in basso: Ferruccio de Bortoli durante il suo intervento in apertura di cerimonia. Michele Focarete, del Corriere della Sera/Sette, vincitore per la sezione Carta Stampata, con la targa donata dalla Banca Popolare di Lodi; Davide D’Antoni, di Telelombardia, vincitore della sezione Radio Tv premiato con la Rosa Camuna dall’assessore della Regione Lombardia Stefano Maullu; Roberto Pacchetti, del TG Rai Lombardia, al centro, secondo premio della sezione Radio-Tv premiato dal Questore di Varese dottor Marcello Cardona e dall’assessore alla Sanità al Comune di Milano Landi di Chiavenna con una targa di Palazzo Marino; Gabriella Parca, targa Vita di Cronista del GCL, tra Ferruccio de Bortoli e Annibale Carenzo, presidente onorario del Gruppo Cronisti Lombardi e decano dei cronisti giudiziari milanesi; Stefano Fumagalli, di Telenova, terzo premio per la Radio-Tvcon la targa della Provincia di Brescia per l’Unione delle Province Lombarde; il figlio di Amedeo Vergani, a destra, riceve le targhe alla memoria del padre, dai fotoreporter  Fabrizio Cusa presidente del Gruppo di specializzazione informazione visiva e Veggiani;  l’avvocato Francesco Cesati della Fieg  consegna alla signora Daniela Ferrario la targa del GCL alla memoria di Roberto Ferrario, editore e direttore della Prealpina di Varese ; Giorgio Sturlese Tosi, di Panorama, menzione per la Carta Stampata, con la targa dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti;   Dario Paladini, di Terre di Mezzo, a destra, menzione per la carta stampata premiato da Gianfranco Pierucci, vicepresidente del Gruppo Cronisti Lombardi con targa del GCL; Zita Dazzi, della Repubblica,menzione per la sezione Carta Stampata, premiata con la targa della Fondazione Cariplo; Cesare Giuzzi a sinistra e Andrea Galli, del Corriere della Sera, terzo premio per la Carta Stampata con le targhe del GCL; Natalia Aspesi, della Repubblica, targa Vita da Cronista del GCL, con Ferruccio de Bortoli e Rosi Brandi; Patrizia Torchia, di Sky Tg 24,menzione per la sezione Radio-Tv con Michele Crosti, della Giunta Nazionale dell’Unione Cronisti Italiani che le ha consegnato la targa dell’UNCI; la signora Mariella Passalacqua con la targa del GCL alla memoria del marito Guido, inviato di Repubblica. Mariella Alberini consegna ad Arianna Giunti, di CronacaQui, il premio Famiglia di Mariella Alberini per il miglior giovane cronista e la medaglia d’oro della presidenza della Camera di Commercio di Milano.                                                                 

E ancora, a sinistra, dall’alto in basso: Marco Ratti, di Club3-Vivere, secondo premio per la sezione Carta Stampata, con le medaglie delle province lombarde della Presidenza del Consiglio Regionale della Lombardia; Paola Ceretta, di Radio24, menzione per la sezione Radio-TV, premiata dal colonnello SergioPascali, comandante provinciale dei Carabinieri con una artistica riproduzione in cristallo della  ”lucerna” ,lo storico cappello dell’Arma. Il ten.col. Giovanni Polito del Nucleo di Polizia Tributaria di Milano, consegna a Elena Golino la statuetta in ceramica di un finanziere del 1890, assegnata adAndrea Riscassi, della Tg Rai Lombardia, menzione per la sezione radio-tv. Una bella panoramica del Salone Napoleonico del Circolo della Stampa che, purtroppo, ha ospitato per l’ultima volta la cerimonia del Premio Vergani. Ancora Michele Focarete che riceve la targa della Banca Popolare di Lodi, dal dottor Volfango Portaluppi, responsabile della Identity Corporate del Banco Popolare e dalla dottoressa Nadia Rampini gestore Affluent della Bpl, sede di Milano. Infine l’omaggio a Gabriella Parca, targa Vita da Cronista del Gruppo Cronisti Lombardi, che le è stata consegnata da Ferruccio de Bortoli.

UN DIZIONARIO PER PARLARE AI CAVALLI

 Quali colori vedono i cavalli? Come si è evoluto nella storia il nostro rapporto con loro? Perché continuiamo a mangiare carne di cavallo? C’è ancora un futuro per i palii? Come si può praticare un’equitazione capace di coltivare il benessere equino? Possiamo considerare il cavallo come un animale d’affezione?

Per rispondere a questi e altri interrogativi, nasce il primo dizionario bilingue per i cavalli e i loro conviventi umani. Un dizionario completamente nuovo che ci invita, come sottolinea Danilo Mainardi, a immaginare e costruire un futuro prossimo in cui il cavallo non solo possa conquistare una migliore qualità della vita ma anche maturare un rapporto di fiducia e di collaborazione con l’uomo.
Come le precedenti edizioni dedicate al gatto e al cane, vengono passati in rassegna e decodificati tutti i comportamenti e le situazioni della vita quotidiana «lato umano» e «lato cavallo», attraverso oltre 160 parole-chiave del comportamento equino classificate dalla A alla Z: addestramento, box, colica, equitazione sportiva, intelligenza, ma anche andature, impennata, mezzosangue, veterinario…

Cosa ci vuole dire, come dobbiamo rivolgerci al cavallo, come possiamo interpretare il comportamento tra loro. E tutte le regole che rendono serena la nostra convivenza con loro, compresi i palii, le corse clandestine, gli allevamenti da carne…
Nella prima parte del dizionario, Italiano-Cavallo, presenta situazioni in cui è l’umano a inviare un messaggio e spiega come esso viene decodificato dal cavallo. La seconda parte, Cavallo-Italiano, sono presentate situazioni in cui il cavallo invia un messaggio all’umano, rivolgendosi a lui secondo il suo linguaggio.Infine, nella terza parte, Cavallo-Cavallo, si trovano situazioni di comunicazione tra cavalli, quasi «traducendo» nella lingua umana il messaggio del cavallo rivolto ai suoi simili. E ancora, un approfondimento sulla normativa: Codice civile e penale.

Le illustrazioni di Giorgio Sommacal mettono in risalto, in modo umoristico, delle situazioni abituali con le quali quanti convivono con un cavallo si sono confrontati almeno una volta. Rendendo la lettura più gradevole, questi disegni permettono di riconoscere alcune situazioni vissute e di correggere, se necessario, gli errori di comunicazione e di linguaggio che turbano le relazioni tra noi e il cavallo.

*************************************************************

Francesco De Giorgio, in collaborazione
con Valentina Mauriello, Ester Corvi

Dizionario Bilingue

ITALIANO/CAVALLO 

CAVALLO/ITALIANO                                                             
160 parole per imparare
a parlare cavallo correntemente


Introduzione di Danilo Mainardi
 
Edizioni Sonda  -  pp. 426  -  € 16,90  -  formato 12 x 16 cm
Copertina 4 colori rilegata con dorso in tela
Collana: Dizionari, 3

PREMIATI I VINCITORI DEL “GUIDO VERGANI 2010″

Si è svolta sabato 13 novembre al Circolo della Stampa la premiazione dei vincitori del Premio Guido Vergani 2010 Cronista dell’anno, assegnato quest’anno a Michele Focarete di Sette/Corriere della Sera per la carta stampata e Davide D’Antoni per la radio televisione. Nelle foto le prime immagini della cerimonia. In alto il gruppo dei premiati; al centro il tavolo della presidenza con, da sinistra, Ferruccio de Bortoli presidente della Giuria, Annibale Carenzo presidente onorario del Gruppo Cronisti Lombardi, Paola Blandi, speaker della cerimonia, Rosi Brandi presidente del Gruppo Cronisti Lombardi, in basso Ferruccio de Bortoli e Rosi Brandi con Natalia Aspesi, cui è stato assegnato con Gabriella Parca il premio Vita da Cronista. (foto Newpress, C.Marmorino)

UNA PROPOSTA PER IL TRAFFICO AL SINDACO MORATTI

Gentile Signora Moratti,

il Gruppo Cronisti, attraverso soprattutto l’attività professionale dei suoi iscritti, si interessa praticamente ogni giorno dei problemi del traffico milanese sempre più convulso e spesso arrabbiato. Una delle cause più frequenti di ingorghi, almeno a nostro avviso, è la brutta abitudine della gran parte degli automobilisti milanesi e specialmente dei conducenti di mezzi commerciali, di attraversare gli incroci semaforici quando è già scattato il giallo, impegnando così parte dell’incrocio stesso e impedendo a chi ha il verde di poter procedere per la sua strada. Da qui il caos, anche acustico, per il risveglio generale dei clackson. Eppure la soluzione sarebbe semplice, basterebbe creare come accade in altri Paesi non solo europei, un’area obbligatoriamente libera contrassegnata da linee gialle. Con le telecamere di sorveglianza, che in molti incroci risultano già installate, sarebbe poi facile identificare i contravventori e fargli pagare multe salate come accade ad esempio a Londra dove si viaggia a decine di sterline alla volta.  Le spese per tracciare le zone gialle, ne sia certa  signora Moratti, verrebbero recuperate in modo molto rapido e la sanzione certa potrebbe finalmente indurre coloro che si considerano furbi, a non ripetere più l’infrazione. Il traffico  ne guadagnerebbe non poco, specie, solo per fare due esempi, ai Bastioni di Porta Venezia all’incrocio con Buenos Aires, e in Viale Campania all’incrocio con viale Corsica. In attesa di vedere le zone franche gialle, un cordiale saluto di buon lavoro.

IL CARDINALE TETTAMANZI DONA ICONE E LIBRI PER CHI HA PERSO IL LAVORO

Oggetti personali dell’Arcivescovo al centro  della raccolta benefica promossa dal Rotary Club Meda e delle Brughiere, che culminerà in una serata giovedì 18 novembre al Golf Club di Carimate.
La notte di Natale del 2008 in Duomo il cardinale Dionigi Tettamanzi aveva annunciato la costituzione del Fondo a favore di chi perde l’occupazione invitando a riflettere, prestare attenzione e contribuire.
Sono molti i brianzoli che hanno risposto al suo appello. Fra loro ci sono i soci del Rotary Club Meda e delle Brughiere, che hanno voluto contribuire al progetto sostenendo una raccolta benefica fra soci e amici. L’Arcivescovo ha raccolto questa disponibilità e ha messo a disposizione del sodalizio icone e libri antichi ricevuti in dono. Giovedì 18, al Golf Club di Carimate, il presidente Daniele Asnaghi presenterà i risultati della raccolta che sarà accompagnata da un messaggio di ringraziamento del’Arcivescovo.
A oggi, in tutta la Diocesi di Milano, sono stati raccolti più di 9 milioni di euro, tutti distribuiti fra oltre 4 mila famiglie.
Il numero di chi chiede aiuto non accenna a diminuire e nasconde i volti di operai, licenziati, cassaintegrati, uomini e donne in mobilità o senza un regolare contratto di lavoro e con lavori saltuari. A chiedere sono italiani e stranieri, per la maggioranza maschi coniugati, per oltre un terzo con età compresa fra i 41 e 50 anni, con figli minori a carico. C’è anche una piccola percentuale di dirigenti e professionisti che hanno avuto il “coraggio” di rivolgersi al Fondo del Cardinale.
Chi volesse partecipare all’iniziativa del Rotary club Meda a favore del Fondo può contattare il 335.7072048.
(Da IncrociNews giornale online della Diocesi Ambrosiana)