Feed RSS

PiazzettaVergani.org è un blog curato dal Gruppo Cronisti Lombardi e intende da un lato essere un tributo al collega Guido Vergani scomparso nel 2005 e dall'altro un momento di confronto su temi politici, sociali ed economici.

L’8 MARZO LA FILARMONICA DELLA SCALA PER I BAMBINI DELL’OSPEDALE BUZZI

Milano - Domenica 8 marzo 2009 alle ore 20 si terrà la Prova Aperta della Filarmonica della Scala in favore dell’Associazione Ospedale dei Bambini Milano - Buzzi Onlus al Teatro alla Scala di Milano.
In questa speciale occasione, la Filarmonica della Scala sarà diretta dal Maestro Leonidas Kavakos, il quale coprirà anche il ruolo di violino solista; il Maestro è stato più volte ospite della Filarmonica della Scala e attualmente è uno dei virtuosi del violino più ricercati.
La Prova Aperta rappresenta un’occasione unica per poter assistere in anteprima alla magia di un concerto che vede la presenza di artisti di eccezionale talento. Ma si tratta anche di un interessante appuntamento per gli amanti della musica, poiché nel corso della prova il Direttore può interrompere l’esecuzione per perfezionare alcuni passaggi, rendendoci così davvero partecipi della nascita di un’interpretazione musicale e nelle condizioni di scoprire segreti e sfumature della partitura.
Il programma della serata prevede l’esecuzione di alcuni dei brani più suggestivi del repertorio romantico tedesco:
Ouverture dell’Oberon di Carl Maria von Weber
Concerto in mi min. op. 64 per Violino e Orchestra di Felix Mendelssohn-Bartholdy
Sinfonia n. 4 in re min. op. 120 di Robert Schumann
Grazie alla Filarmonica della Scala e alla sensibilità del Maestro, l’evento arricchisce una serata già di grande interesse musicale con uno scopo di forte rilevanza sociale: sostenere le attività di OBM Ospedale dei Bambini Milano - Buzzi Onlus.
Il ricavato della Prova Aperta infatti sarà devoluto al progetto di umanizzazione del Buzzi “Un Ospedale a Colori” che si prefigge di rendere i reparti dell’ospedale a misura di mamme e bambini. “Umanizzare” un ospedale significa creare un ambiente attento alle esigenze globali – sia fisiche, sia psicologiche – di donne e bambini durante la loro degenza. L’Umanizzazione della struttura riveste inoltre risvolti terapeutici, prima ancora che estetici.

Biglietti da 5 a 50 euro (esclusi diritti di prevendita).
Informazioni, prenotazioni e prevendite telefoniche, anche con carta di credito, al numero 02 465.467.467